1. /
  2. Strumenti
  3. /
  4. Biografie
  5. /
  6. Tina Amadei

Tina Amadei

Nasce a Bolzano nel 1932, negli anni della giovinezza fa volontariato presso le Dame di S. Vincenzo.

Frequenta l’istituto magistrale, ed in seguito insegna in un istituto tedesco ed in una scuola serale per analfabeti. Frequenta la Scuola superiore di servizio sociale di Trento e si diploma con una tesi di ricerca sull’adattamento nelle case popolari nel 1955. Durante il corso per assistenti sociali svolge il tirocinio all’INA Casa. Subito dopo il diploma viene assunta alla Provincia di Trento, ed è stata la prima assistente sociale assunta in Provincia. All’epoca la Provincia aveva le competenze sui minori e sugli illegittimi e settimanalmente venivano fatte riunioni d’équipe per la valutazione dei singoli casi.

Nel 1960 vince il concorso al Comune di Milano e viene assegnata al Centro Oculistico Infantile, con la funzione di occuparsi dell’inserimento scolastico dei bambini. Al Centro conosce la dott.ssa Contini Poli, con cui collaborerà per anni, dando vita ad un gruppo di genitori di bambini non vedenti.

Nel 1982 inizia a lavorare part-time al SIMEE di zona 11, ma nel 1985 si sposta in Provincia (MIlano) per lavorare al coordinamento minori e partecipa alle commissioni metodologiche che produrranno i “Protocolli metodologici del Comune di Milano” sull’ottica sistemica e sulle adozioni. Rimane a lavorare in Provincia fino al 1990, quando vince il concorso di dirigente al Comune di Milano, Assessorato ai Servizi Sociali. Nel 1994 è costretta al pensionamento per motivi di salute.

Mantiene comunque il ruolo di consigliera dell’Ordine regionale delle assistenti sociali.

 

Fonte: Il racconto del servizio sociale : memorie , narrazioni , figure dagli anni cinquanta ad oggi / Maria Cacioppo e Mara Tognetti Bordogna, Milano, Angeli 2008, p. 59/61

Per informazioni, suggerimenti o richieste sul progetto contattaci all'indirizzo mail: info@memoriesociali.it